A Place for Sport Music and Culture

 

Nikon TrickTips con Gian Marco Maiocco

Posted marzo 5, 2015 by Marco Sala in Sport

gianfsboard

Hey raga! volete imparate un fs board? Gian Marco Maiocco del Nikon Action Team vi spiega cone fare…

Per iniziare vi consiglio di simularlo a secco, poi calzando la tavola, provandolo da fermi su un box piatto e infine provandolo con maggior velocità su neve compatta e dura. Il tutto vi serve per apprendere esattamente che movimento fare.

Fondamentale è partire con una rincorsa dritta senza troppe indecisioni, una volta arrivati sullo stacco con la tavola parallela alla direzione del box non vi resta che portare il peso sulle punte ed ollare aiutandovi con le braccia. Durante la fase aerea dovete riprodurre il movimento di uno shifty bs. Nel momento in cui atterrate sulla struttura, se avete fatto l’ollie in modo corretto, non dovreste avere troppi problemi all’impatto. Se avete ollato troppo alto magari avrete più difficoltà a mantenere la tavola piatta in fase di aggancio ma sono sicuro che avete ollato bene.
Cercate di agganciare la struttura appoggiandovi sul lato interno rispetto al vostro ollie in modo tale da bloccarvi subito all’ entrata e facilitare così la percorrenza dell box. Una volta sopra non dovete fare altro che tenere la tavola piatta e non perdere il landing di vista, se riuscite a mantenere il vostro ancoraggio visivo sul landing vuol dire che la posizione del busto è corretta. Giunti alla fine sta a voi decidere se ollare o meno nella fase di uscita ma ricordatevi di atterrare a tavola piatta o sulle punte. 
Provatelo e provatelo ancora su box, su tubi e quando sarà vostro passate come in questa foto su un kink. Qui i concetti tecnici rimangono gli stessi ma dovete impegnarvi a mantenere la tavola piatta e l’equilibrio. Due cose da non trascurare: un grande aiuto ve lo da la velocità quindi gasate e secondo siate convinti di farcela sia emotivamente che psicologicamente e di sicuro lo chiuderete.

Photo by Denis Piccolo Sequence Mag


About the Author

Marco Sala


//via i commenti